FAQ.

Kahawia DesiRRe - Allevamento Rhodesian Ridgeback
Domande Frequenti

Sono adatto a condividere la mia vita con un Rhodesian Ridgeback?

Forse questa è la unica e fondamentale domanda che ci si deve porre quando incontriamo un Rhodesian Ridgeback. Come già specificato, è un cane molto intelligente e mentalmente indipendente. Profondamente legato al suo nucleo familiare, normalmente si lega maggiormente ad un solo membro ma resta assolutamente leale nei confronti del “branco”.

Sono ottimi cani da compagnia, mai troppo invadenti o troppo desiderosi di attenzioni, si limitano a far sentire la propria presenza e assistenza semplicemente siedendosi accanto o cercando un pat pat di approvazione per poi tornare a sedersi nelle vicinanze. Tendono a seguire “il preferito” ovunque in casa, come un seconda ombra.

Con gli estranei si rivelano riservati e tendono a studiarli con sospetto finchè non vengono presentati nelle opportune maniere. L’amicizia con un Rhodesian Ridgeback va conquistata con pazienza e perseveranza, senza forzature ed una volta ottenuta difficilmente verrà dimenticata.

Nonostante l’aspetto duro sono creature incredibilmente sensibili. Cattive esperienze, soprattutto nei primi mesi di vita, possono rovinare un cane promettente. Per questo è consigliabile sempre un percorso educativo con personale competente.

L’istinto da cacciatori è fortemente legato a questa razza, infatti tendono ad inseguire qualsiasi cosa che corra e questo comportamento, utilizzato nel gioco, viene spesso mal interpretato dai proprietari di altri cani. Allo stesso modo solitamente viene considerato “fuori luogo” da molti il loro gioco che si rivela molto rude, fisico ed energico e quasi mai con ferocia.

Come sono con i bambini?

Non c’è niente di meglio per un bambino che crescere con un Rhodesian Ridgeback, sono cani eccezionali, affidabili e sicuri. Nonostante questo il gioco va sempre supervisionato per limitare un gioco un po' troppo esuberante, soprattutto nei soggetti più giovani.

Di che tipo di attività necessitano?

Sono cani utilizzati in passato per la grande caccia nel bush africano quindi qualsiasi sport che preveda l’utilizzo del naso e la copertura di grandi distanze (mantrailing) o l’inseguimento (coursing) li appagherà completamente. Resta, comunque, una razza molto versatile e si presta a diversi sport cinofili come canicross e derivati, obbedienza, agility ecc. e da diversi anni qualche soggetto viene utilizzato con successo nelle unità cinofile di salvataggio persone disperse.

Il Rhodesian Ridgeback crea dipendenza?

Si, punto!

Consigli per la scelta del cucciolo

La presente comunicazione è diretta a tutti i futuri proprietari di cuccioli di Rhodesian Ridgeback che desiderino fare UNA SCELTA ETICA a tutela del benessere e della salute del proprio cane, ma anche dei suoi genitori. Raccomandiamo di verificare sempre il rispetto da parte dell’allevatore di alcuni requisiti fondamentali:

  • I cuccioli, se dichiarati come “ di razza pura”, devono essere provvisti di certificato genealogico (pedigree )-D.lgs. 529/92. Il pedigree in Italia viene emesso esclusivamente dall’ENCI e segue di diritto il cane
  • La fattrice dovrà aver compiuto almeno due anni e/o avere già effettuato almeno due calori (aver quindi raggiunto uno sviluppo completo) e deve apparire in buono stato generale di salute, cosi come i suoi cuccioli
  •  Sempre al fine di consentire un completo e corretto sviluppo, lo stallone deve aver compiuto almeno 18 mesi
  • Sconsigliamo di acquistare cuccioli che provengano da fattrici che siano state utilizzate consecutivamente per tre calori successivi
    (chiedere conto delle cucciolate precedenti), a tutela del benessere delle stesse
  • Devono essere stati effettuati i test di salute su entrambi i genitori e tutti i risultati devono essere messi a disposizione del futuro acquirente
  • Gli esami devono accertare la esenzione dei riproduttori da patologie ereditariamente trasmissibili: imprescindibile è l’esecuzione delle lastre ufficiali per il controllo della displasie delle anche (HD) e dei gomiti (ED), ma anche i test genetici diretti ad escludere le principali patologie neurologiche emergenti (epilessia mioclonica giovanile, mielopatia degenerativa) e i controlli cardiologici.
  • I cuccioli devono essere stati controllati e dichiarati esenti o affetti da fistola dermoide (e devono essere consegnati già operati) Consigliamo fortemente di farsi rilasciare certificazione veterinaria dell’avvenuto controllo e ricordiamo che la presenza della fistola dermoide va obbligatoriamente dichiarata nel pedigree e che i soggetti affetti vanno tassativamente esclusi da ogni programma riproduttivo
  • Sconsigliamo inoltre di acquistare i cuccioli attraverso gli annunci di vendita on-line pubblicati su siti internet merceologici che costituiscono purtroppo i canali preferenziali per chi cede cuccioli senza il rispetto delle linee guida etiche in tema di allevamento

Queste minime accortezze, che dovrebbero guidare tutti gli allevatori seri e interessati alla selezione e alla salute dei propri cani e dei vostri cuccioli, non sempre vengono rispettate: vi invitiamo pertanto a diffidare da chi non assolva a tali doveri e ad effettuare una scelta eticamente responsabile con un rigoroso controllo delle persone a cui vi

ARticolo tratto da "Rhodesian Ridgeback Club D'Italia" - Link

Kahawia DesiRRe

STRADA DELLA FERRIERA 17, LOC CANDELARA, PESARO (PU) TEL 3343625742 MAIL 
info@rhodesian-kahawia.it